Peugeot 9×8 per la nuova sfida del Leone


Svelata la nuova vettura del marchio francese – di Massimo Campi
Monza, 6 Ore WEC 2021, il grande ritorno delle gare Endurance nell’Autodromo Nazionale Italiano è stata la grande occasione per presentare alla stampa la nuova Peugeot 9×8. La nuova Hypercar del marchio francese sarà la futura sfida del Leone, pronta a fare il suo ingresso nel FIA World Endurance Championship (FIA WEC) nel 2022. La Peugeot 9X8, rappresenta della marca nel motorsport di livello mondiale, un grande ritorno per una storia iniziata con la 905, vincitrice della 24 Ore di Le Mans nel 1992 e 1993, e la Peugeot 908, che vinse la classica francese nel 2009.
La Peugeot 9X8 è un progetto guidato dal marchio in accordo con la sua visione Neo-Performance che si basa sulla combinazione di un pedigree sportivo premium con eccellenza stilistica, efficienza e competenza tecnologica che possono essere trasferite in seguito alle auto stradali. La collaborazione tra i team di progettazione e ingegneria del marchio francese ha portato ad esplorare nuove soluzioni aerodinamiche e idee di stile per creare una linea di prodotti completamente originale.
La 9×8 nasce secondo i nuovi regolamenti dalla FIA (Fédération Internationale de l’Automobile) e dall’ACO (Automobile Club de l’Ouest) per la nuova classe Le Mans Hypercar (LMH) che succede alla precedente categoria LMP1H delle gare di durata. La maggiore flessibilità consentita dalle nuove regole tecniche dello sport in materia di aerodinamica consente un pensiero radicalmente nuovo per i team di progettazione per realizzare auto innovative.


Il prototipo, con la trazione integrale, è alimentato da un propulsore ibrido e si adatta perfettamente alla strategia Neo-Performance di PEUGEOT, che è orientata alle sue auto da strada e da corsa che offrono prestazioni responsabili. Il lavoro del team di ingegneri di Peugeot Sport e di Peugeot Design ha prodotto una vettura con linee fluide e l’assenza di un’ala posteriore, mantenendo il design felino come tratto distintivo inconfondibile del Leone Peugeot.
La sigla 9×8 è composta dal “9” che continua la serie impiegata dal costruttore per le sue recenti auto da corsa endurance di alto livello, ovvero la Peugeot 905 (che ha corso dal 1990 al 1993) e la 908 (2007 fino al 2011), entrambe diventate icone del marchio. La “X” si riferisce alla tecnologia di trazione integrale e al propulsore ibrido di PEUGEOT Hypercar. L’“8” è il suffisso utilizzato per tutti i nomi dei modelli attuali di PEUGEOT, dalla 208 e 2008, alla 308, 3008, 5008 e, naturalmente, alla 508 che di recente è passata nelle mani degli ingegneri e designer che hanno realizzato l’Hypercar per diventare la prima auto a sfoggiare l’etichetta Peugeot Sport Engineered.
Le forme e le caratteristiche aerodinamiche del prototipo francese sono state studiate dagli ingegneri di sviluppo che lavorano sotto la responsabilità del Direttore tecnico PEUGEOT Sport Olivier JANSONNIE e del team di progettazione guidato dal Direttore del design PEUGEOT Matthias HOSSANN. Due Peugeot 9X8 saranno al via nel FIA World Endurance Championship 2022.
La vettura ha alcuni particolari stilistici che la contraddistinguono come le luci anteriori e posteriori che assumono la forma di tre tratti simili ad artigli, mentre il nuovo logo della testa di leone del marchio è retroilluminato nella parte anteriore e sui lati dell’auto. Il grigio selenio e il contrasto verde acido/giallo della kryptonite, sia della carrozzeria che dell’interno dell’abitacolo, riprendono lo schema cromatico scelto per la nuova linea PEUGEOT SPORT ENGINEERED introdotta con la 508 e la 508 SW.


All’esterno, le ruote scolpite contribuiscono alle linee equilibrate delle fiancate, le prese d’aria alari rivelano la parte superiore delle gomme e gli specchietti perfettamente integrati contribuiscono a dare l’impressione che il flusso d’aria passi sopra l’auto senza ostacoli. L’innovativo posteriore del 9X8 nasce da una ricerca condotta dal team di ingegneri di Peugeot Sport. I dettagli del design della parte posteriore della Peugeot 9X8 includono la firma luminosa ad effetto artiglio del marchio, mentre le luci stesse fiancheggiano un ampio diffusore sopra il quale è scritta la battuta “Non volevamo un’ala posteriore”.
Eliminare un’ala posteriore ha fornito la libertà di progettare il tipo di silhouette elegante che non si vedeva da decenni. Infatti, lavorando a stretto contatto con i loro colleghi ingegneri, i designer hanno sfruttato al meglio l’opportunità di creare una miscela armoniosa di forme dinamiche e scolpite che formano una superficie pulita e ampia tra i passaruota prominenti.
“L’assenza di un’ala posteriore sulla PEUGEOT 9X8 è un importante passo innovativo”, afferma Jean-Marc FINOT, Direttore di Stellantis Motorsport. “Abbiamo raggiunto un grado di efficienza aerodinamica che ci consente di eliminare questa caratteristica. Non chiedere come, però! Abbiamo tutte le intenzioni di mantenerlo segreto il più a lungo possibile!”
Il gruppo propulsore della 9×9 è composto da una unità termica e da quella ibrida. Il motore V6 è un 2,6 litri biturbo da 500 kW (680 CV) montato posteriormente dell’auto e gira al banco già dal mese di aprile. Il gruppo motogeneratore da 200 kW è montato anteriormente, il cambio sequenziale a sette velocità e la batteria sono in fase di assemblaggio. La batteria, tecnologicamente sofisticata, ad alta tensione (900 volt e alta densità) è stata sviluppata in collaborazione da Peugeot Sport e Saft, una consociata di TotalEnergies.
“Il nostro obiettivo per quanto riguarda il nostro fabbisogno energetico è un’affidabilità impeccabile e un controllo perfetto”, spiega Jean-Marc FINOT. “Le Mans è diventata una serie di gare sprint nell’arco di 24 ore che può essere vinta o persa in base al numero di volte in cui si ferma. L’eccezionale efficienza energetica delle nuove Hypercar prefigura ciò che vedremo a breve nel mondo delle vetture stradali. Questa considerazione ha avuto un’influenza fondamentale sul nostro lavoro sul pacchetto PEUGEOT 9X8, ogni aspetto del quale deve contribuire a raggiungere l’iper efficenza, dal suo propulsore alla sua aerodinamica”
Già decisi i piloti del Leone per la squadra 2021, con Paul DI Resta, Loïc Duval, Mikkel Jensen, Kevin Magnussen, Gustavo Menezes, James Rossiter e Jean-Eric Vergne
PEUGEOT 9X8 – Dati Tecnici
Classe: Le Mans Hypercar (LMH)
Lunghezza: 5.000 mm
Larghezza: 2.080 mm
Altezza: 1.180 mm
Interasse: 3.045mm
Motore: PEUGEOT HYBRID4 500KW (trazione integrale)
Trazione posteriore: motore a combustione interna a benzina V6 a 90 gradi da 500 kW (680 CV), 2,6 litri biturbo + cambio sequenziale a sette velocità
Trazione anteriore: motogeneratore elettrico da 200kW + riduttore a velocità singola
Batteria: batteria ad alta densità da 900 volt co-progettata da Peugeot Sport, TotalEnergies/Saft
Carburanti e lubrificanti: TotalEnergies